L’ultima volta che ti ho visto eravamo in un mare di acido

Il colluttorio come struccante per rinfrescare il riflesso degli orizzonti. E invece se mi sciacquassi la bocca con dell’acetone? Guance trasparenti come il cristallo.

In realtà ho solo paura di essere stucchevole. Di essere di stucco, pardon di zucchero, rimanere sempre di stucco, di fronte a tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...