Multiplo di 11

La banalità delle affermazioni sul cambiamento, le differenze tra percezioni infantili e realtà attuali, i desideri prima di ogni soffio sono la costante di questi anni. La flessibilità è sempre più provata, da giunco si diventa bambù, poi salice e speriamo di non diventar baobab, i castelli sono appartamenti piccoli e funzionali. Non si dava peso alle parole, in realtà si ascoltava meno. Si era aria, adesso come le particelle pesanti ci si posa a terra e si sente tutto, soppesando ogni parola ci si rende conto di quanto effettivamente nel tempo si sia logorata ogni possibilità. Si ha meno voglia di parlare, la voce è sempre più bassa e roca, si ferma dopo pochi secondi e cade.

 

Posso affermare con certezza che più divento grande più la misantropia mi abbraccia forte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...